Appunti dal web, dagli scritti di Michele Trenti

"Spettacolo" e "cultura"

04/09/2006

Appunti di Michele Trenti

I termini “spettacolo” e ”cultura” vengono utilizzati sempre più frequentemente in modo improprio, con una confusione fra i due riconducibile al fatto che, specificamente in campo musicale, i due aspetti sono spesso compresenti in una stessa manifestazione. Anche a livello istituzionale, per ragioni pratiche, gli uffici preposti sono competenti generalmente per entrambe le attività.
Si deve peraltro sottolineare che i concetti di riferimento sono nei due casi molto diversi: per lo spettacolo si ragiona in termini di intrattenimento, svago, mode, per la cultura di approfondimento, concentrazione, ricerca,valori universali: obiettivi e strumenti delle due attività non sono assimilabili. Si sbaglia a cercare per la cultura, come sovente avviene, lo stesso tipo di riscontri sul pubblico che sono tipici dello spettacolo, in rapporto al quale sotto tali aspetti sarà sempre perdente. Se lo spettacolo, inteso come valvola di sfogo per la società, ha sempre ottenuto un’attenzione prioritaria – il “panem et circenses” dei romani – la cultura ha proprie peculiari origini, finalità e criteri, che non vanno fraintesi, facendone una delle forme – accusate spesso di essere costose e di minor “successo” – dello spettacolo.